• 22/09/2020
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Nuovo lockdown in Germania
0 Comments

Torna il lockdown in Germania. Il disastro della Tönnies, impianto di macellazione delle carni, produce la conseguenza più grave e più temuta. Gli oltre 1.550 contagi registrati nel più grande mattatoio d’Europa hanno infatti spinto il governatore del Nordreno-Vestfalia, Armin Laschet, a ripristinare il lockdown nella circoscrizione di Gütersloh, dove vivono oltre 360 mila persone e dove sorge l’impianto.

Il provvedimento è stato esteso anche al vicino distretto di Warendorf: in totale le persone colpite dalle restrizioni salgono a più di 560.000. Per la prima volta dall’inizio della pandemia in Germania le misure restrittive, dopo essere state abolite, vengono ripristinate in toto in un intero circondario per evitare che il focolaio si allarghi al resto della regione. La misura vale fino al 30 giugno.

Una notizia allarmante, che segue quelle di nuovi focolai, e conseguenti misure restrittive, in corso in paesi dove i contagi erano drasticamente diminuiti (vedi Cina). Ora la speranza è che il rinascere delle zone rosse in aree che si ritenevano fuori pericolo, induca quantomeno alla prudenza e al buonsenso quegli scienziati italiani (aspramente criticati dalla maggioranza della comunità scientifica), che da settimane ci ripetono che il coronavirus non è più un pericolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *