• 24/09/2020
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
scarlett johansson
0 Comments

Capita raramente a un attore di ricevere una doppia candidatura all’Oscar nella stessa edizione. Dal 1938 ad oggi, solo 12 hanno avuto questo privilegio (tra gli altri Al Pacino, Sigourney Weaver, Julianne Moore, e Cate Blanchett). Pochi si aspettavano che quest’anno capitasse a Scarlett Johansson, finora trascurata dall’Academy nonostante abbia più volte dato prova del suo talento in film come “Lost in Translation” o “Match point”. Ora invece è candidata come miglior attrice protagonista in “Storia di un matrimonio”, e come non protagonista in “Jojo Rabbit”. Per Scarlett Johansson non sarà facile, soprattutto per il premio più ambito dove favorita è Renée Zellweger; ma sono comunque molto concrete le sue chances di vittoria per il ruolo della dolce Nicole in “Storia di un matrimonio”, che racconta la struggente storia del divorzio fra due artisti. Un tema che tocca un tasto delicato della vita privata dell’attrice americana: “Quando ho ricevuto il copione ero nella stessa situazione e l’ho visto come un segno del destino; ho vissuto il set come un’esperienza catartica”.

Anticonformista e refrattaria a ogni etichetta, Scarlett Johansson, 35 anni compiuti il 22 novembre, ha colpito tutti fin dal suo debutto, quando a soli quattordici anni ha dato spessore alla tosta adolescente del film “L’uomo che sussurrava ai cavalli”, di e con Robert Redford. A 19 il suo talento viene riconosciuto dalla giuria del Festival di Venezia, che la premia come miglior attrice per “Lost in Translation” di Sophia Coppola. Colpisce la sua versatilità nel passare dai film d’autore di Brian de Palma o Woody Allen, ad altri spettacolari come i nove film dei supereroi Marvel in cui interpreta il personaggio della Vedova Nera. “Amo i film di fantascienza perché rispecchiano l’epoca che viviamo, dove mettiamo costantemente in discussione la nostra identità. La tecnologia è un soggetto interessante da esplorare nei film, è una nuova nemesi. Una volta avevamo alieni e spie, mentre oggi siamo noi in conflitto con il mondo cyber”.

Cresciuta dalla madre cinefila a pane e film (a lei deve la sua indubbia capacità di scegliere sempre i copioni giusti), la Johansson da adolescente era più attratta dal canto. “A 13 anni avevo un desiderio pazzesco di interpretare un musical. Mi piace quella leggerezza, adoro Judy Garland nel Mago di Oz, ho scelto di fare l’attrice proprio perché mi piaceva cantare: avrei dato tutto per essere Cosetta in Les Miserables; poi ho cominciato a fare film e ho sepolto quella parte di me che voleva avere un suono e non solo un volto”. Il suo timbro un po’ maschile (“ho odiato i direttori dei casting che mi chiedevano se avevo il mal di gola”) non le ha impedito di incidere ben due dischi, uno con delle cover dei brani di Tom Waits.

Woody Allen l’ha diretta in tre film, definendola “illegalmente sexy”; l’americana non ha problemi a parlare del suo aspetto: “Mi piace il mio corpo, parlo con i miei seni, che chiamo le ragazze! Credo che il sex appeal sia quello che emetti, come ti muovi e poni, questo è sensuale. Certo, molti pensano solo all’aspetto fisico e non a quello che pensi, ma appena ti fai castana, passi subito per essere più intelligente!”.

Secondo la rivista Forbes nel 2018 e nel 2019 è stata l’attrice più pagata al mondo (rispettivamente 40 e 56 milioni di dollari). E’ una delle fondatrici del movimento Time’s up!, il tempo è scaduto, contro le molestie sulle donne. A differenza di quasi tutti i suoi colleghi non ha però rinnegato il suo lavoro con Woody Allen: “Ho avuto molte conversazioni con Woody al riguardo. Sono stata molto diretta con lui e lui è lo è stato con me. Continua a sostenere la sua innocenza e io gli credo”.

Molto movimentata la sua vita privata. Tra le sue prime conquiste l’attore Benicio Del Toro, che ha dichiarato di averla incontrata nel 2004 in ascensore a New York e di avere fatto subito l’amore con lei, tra il primo e il ventesimo piano di un grattacielo. Qualcuno ha chiesto alla Johansson una conferma, laconica la sua risposta: “E se anche fosse? Benicio merita ogni attenzione femminile”. Dopo pochi mesi da quell’incontro Scarlett si fidanza con il cantante e attore Jared Leto, già ex di Cameron Diaz. Dopo un breve legame con Justin Timberlake, (altro ex della Diaz), si sposa nel 2008 con l’attore Ryan Reynolds, da cui divorzia nel 2011. Nello stesso anno un hacker, Christopher Chaney, entra nella sua posta elettronica e le ruba alcune foto in cui era nuda davanti a uno specchio, pubblicandole su internet, hackeraggio che ha ripetuto anche con altre attrici prima di essere condannato a 10 anni di galera. Nel 2014 l’attrice di origini danesi si sposa per la seconda volta, con il pubblicitario francese Romain Dauriac, da cui ha avuto la figlia Rose; ma i due divorziano già nel 2017. Schietta e sincera come sempre, definisce come meglio non si potrebbe la sua vita sentimentale e quella di molti di noi: “La monogamia non è certo una cosa naturale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *