• 19/09/2020
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Hollywood collina
0 Comments

Qualcosa è cambiato ad Hollywood dopo lo scandalo Weinstein e la nascita del movimento #MeToo. Innanzitutto perché denunciare una molestia è diventato più facile. La Warner Bros, ad esempio, ha creato uno staff incaricato di raccogliere le denunce; mentre la commissione di Hollywood guidata da Anita Hill ha messo a punto un protocollo in cui chiunque può presentare un reclamo per discriminazione o molestia. Gli attori e le attrici sono poi incoraggiati ad evitare incontri in luoghi chiusi. Il sindacato SAG-AFTRA (che rappresenta attori cinematografici e televisivi ma anche cantanti), ha emesso delle linee guida in cui si raccomanda di non prendere appuntamenti negli hotel e nei residence, o quantomeno di presentarsi accompagnati. Soprattutto, per evitare che si ripetano i cosiddetti casting sul divano, pratica certo non diffusa solo a Hollywood, gli Studios ora fanno i casting nelle lobby degli alberghi.

Hanno creato anche una nuova figura, il coordinatore dell’intimità, cui ci si rivolge se nella sceneggiatura sono previste scene di sesso. Un’idea in realtà poco gradita ai registi, che prediligono con gli attori un rapporto diretto, ma ora ogni scena viene definita nei minimi particolari, da quello che verrà mostrato alla possibilità di coprirsi nei momenti di pausa. Il racconto delle donne molestate da Harvey Weinstein è quindi servito a qualcosa. L’ ormai ex produttore è stato riconosciuto colpevole di aggressione sessuale criminale di primo grado e stupro di terzo grado contro l’assistente alla produzione Mimi Haley, e l’aspirante attrice Jessica Mann. È stato invece assolto da altre tre imputazioni, inclusa quella di atto sessuale criminale predatorio, per il quale la condanna obbligatoria sarebbe stata l’ergastolo. Weinstein rischia un minimo di 5 anni e un massimo di 25 di prigione. Prima però dovrà essere trasferito a Los Angeles dove lo aspetta un nuovo processo per altre quattro accuse di stupro e aggressione sessuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *