• 22/09/2020
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Google logo 3d
0 Comments

Google ancora sotto indagine, questa volta per presunta violazione della privacy di 50 milioni di pazienti. Le autorità americane, secondo il Wall Street Journal, hanno avviato un’indagine su “Nightingale”, un progetto di Google in partnership con il secondo operatore sanitario americano, Ascension, che prevederebbe la raccolta di dati all’insaputa dei pazienti.

Tra le informazioni trasferite segretamente e accessibili allo staff di Google, ci sono anche le generalità e la storia medica dei pazienti. Il Dipartimento della Salute sta indagando per verificare che questa raccolta dati, non notificata oltreché ai pazienti neanche agli stessi medici degli ospedali, sia fatta rispettando i limiti imposti dalla legge.

Il WSJ riporta anche il parere di alcuni esperti di privacy, che ritengono invece l’accordo in regola con le leggi federali statunitensi. C’è una norma infatti che permette in linea generale agli ospedali di condividere dati con realtà terze, senza dover informare i pazienti, fino a quando le informazioni vengono utilizzate con l’unico scopo di aiutare a finanziare le funzioni sanitarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *