• 19/09/2020
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Alex Zanardi sulla sua handbike. Forza Alex!
0 Comments

Sono stabili ma sempre molto gravi le condizioni di Alex Zanardi, dopo il grave incidente con la sua handbike che gli ha procurato numerose fratture al cranio e alla faccia. Il campione paralimpico ha subito un delicatissimo intervento chirurgico alla testa e si trova ora in terapia intensiva, intubato e supportato da ventilazione artificiale. Resta grave il quadro neurologico, con possibili danni alla vista.

Zanardi si trovava in Val d’Orcia per la staffetta a tappe “Obiettivo Tricolore”, a bordo della sua handbike, mezzo al quale si è appassionato dopo il tragico incidente del 2001, quando perse entrambe le gambe durante una gara automobilistica in Germania. Il 53enne ex pilota di Formula 1 è finito contro un camion che viaggiava nell’altro senso di marcia, su una strada provinciale dalle parti di Pienza. Zanardi gareggiava con altri sette atleti ed era in testa al gruppo mentre stava percorrendo un tratto in discesa; prima di una curva ha perso il controllo del suo mezzo ed ha invaso l’altra corsia . Il camion ha cercato di evitarlo, ma il campione bolognese è finito prima contro lo scalino utilizzato dall’autista per salire e poi contro il cassone che trasporta la ruota di scorta.

alex zanardi incidenteQuello che tutti ci chiediamo è: cosa ci faceva un camion nell’altra corsia mentre passava una staffetta? E’ in corso un’inchiesta della Procura di Siena, ma è già emerso un elemento inquietante: l’avevano chiamata staffetta, patrocinata dalla Federazione Ciclistica Italiana, con partenza, percorso, tempi di passaggio e arrivo codificati, come se si trattasse di una corsa ciclistica. In realtà “Obiettivo Tricolore” non aveva alcuna connotazione giuridica di gara, né di manifestazione cicloturistica. Il sindaco di Pienza e la Questura affermano infatti di non aver mai ricevuto comunicazione ufficiale di eventi o manifestazioni sportive sul loro territorio.

alex zanardi sorrideL’incidente di Zanardi è uno shock per tutta l’Italia, che ora fa il tifo per un uomo che non ha mai suscitato pietà ma al contrario ha sempre trasmesso una gran voglia di vivere e di accettare tutte le sfide che ci pone la vita. Un uomo straordinario che avrebbe tutto il diritto di maledire il destino, ma non lo fa. E’ andato oltre l’amputazione delle gambe, oltre sette arresti cardiaci, oltre 15 operazioni in anestesia totale, affermando convinto che “è disabile chi ha poca stima di sé”.

Tanti i messaggi di solidarietà arrivati in queste drammatiche ore; quello che descrive meglio “Zanna” credo sia quello di Roberto Vecchioni, che già in passato gli ha dedicato una bellissima canzone: “È uno di quegli uomini che mi porterei su Marte, per presentare al meglio agli alieni il genere umano”. Forza Alex!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *